Introduzione alla magia

La Magia, un concetto misterioso a chi non ha accesso alla sua arte, a volte suscita sospetto, paura, invidia, ma la Magia è un´arte superiore.

La magia è un insieme di energie che permea ogni cosa, ogni oggetto, ogni ambiente, ogni essere vivente. Per compiere la magia, quindi, occorre utilizzare materiali, componenti, ingredienti e sacrifici che opportunamente collegati e distrutti riescono a liberare una certa quantità di energia. Una volta ottenuta questa, i "fruitori della Magia" sono in grado di incanalarla, per cui si affidano nuovamente ad altri materiali da un oggetto, un ambiente, un essere vivente. Oppure queste energie possono essere distrutte, consumate, cosa che genera effetti disastrosi ma pilotabili in danno di qualcuno o qualcosa. Quest´ultimo caso produce un impoverimento del tessuto di energie magiche. Lo spostamento di energie magiche viene esercitato per lo più lavorando su oggetti catalizzatori sui quali con il tempo si concentrano altissime quantità di energia che poi vengono indirizzate verso l´obiettivo. La distruzione di energia rende inerti i catalizzatori utilizzati costringendo poi a lavorare per veicolarvi nuove energie.

Abbiamo poi il tipo di magia Mistico o Clericale dove il fruitore è solo un tramite della volontà degli Dei: solo a loro è concesso far si che un incanto vada a buon fine o meno.

Abbiamo poi la magia nella sua formula classica, la magia Elementale che dai 4 elementi trae origine e per la quale è necessario un lungo studio e memorizzazione delle formule.

Abbiamo infine la magia oscura e quella bianca (luce) che fanno riferimento per l’appunto all’allineamento del mago in questione e per la quale è necessario un lungo studio e memorizzazione delle formule.

La magia in qualsiasi forma essa sia necessita di passaggi obbligatori, nessuno ha la capacità di lanciare un incanto a "freddo" senza averla prima preparata.

Per ogni incanto da lanciare sono necessari passaggi obbligatori per rendere il tutto coerente e credibile, è impensabile vedere un mago o chierico lanciare incantesimi a raffica senza descrivere con dovizia e cura di particolari le azioni si preparazione dell´incanto.

Le azioni che devono compiere sia i maghi che i chierici sono legate alle leghe dell'incanto, che indicano la difficoltà e l'abilità necessarie per poter lanciare un incanto o per invocare gli dei.

E' fondamentale ricordare che i chierici si appellano agli dei e che sono tramite della loro volontà, per cui questo dovrà esser sottolineato quando verrà pronunciata la preghiera.

Ogni incanto o invocazione segue un iter, che prevede alcuni passaggi:

A seconda delle azioni richieste dall'incanto, questi passaggi saranno più o meno concentrati:

Per fare degli esempi molto semplificati:

1^ Lega:

  1. Tizio si zittisce e fissa intensamente Caio attingendo dentro di alla magia. Pronuncia l'incanto in una lingua arcana e, tese le mani verso Caio, tenta di scagliare l'incantesimo.

2^ Lega:

  1. Tizio chiude gli occhi ricercando il contatto col divino, estraniandosi da ciò che lo circonda.
  2. L'invocazione che sgorga dalle sue labbra viene dapprima mormorata per poi risuonare sempre più forte alle orecchie dei presenti (eventuale prece o, nel caso sia un mago, incanto), facendo ben sentire a chi è rivolta il tocco degli dei.

3^ Lega:

  1. Tizio si discosta dal gruppetto cianciante per potersi raccogliere senza esser disturbato, estraniandosi sempre più da ciò che lo circonda
  2. Subito dopo le sue mani iniziano a muoversi quasi inconsapevolmente disegnando simboli  nell'aria in modo rapido e preciso, cui la voce fa eco mormorando parole arcane.
  3. Mani e voce agiscono all'unisono ed all'unisono si fermano, rilasciando nell'aria la potenza dell'incanto (nel caso in cui ci sia un target esso dovrà esser citato)

 

Gli incantesimi di 1^ Lega sono semplici e basilari e, di norma, non richiedono un grosso dispendio di energia per chi sia almeno al Livello 8. Chi sia di livello inferiore giocherà un leggero affaticamento e dovrà far passare almeno un turno prima di pensare di poter castare nuovamente un incanto.

Quelli di 2^ e 3^ Lega richiederanno un affaticamento proporzionale non solo in base alla loro potenza, ma anche in base al livello del giocatore: più sarà alto, meno faticoso sarà lanciare un incanto, ma sarà comunque obbligatorio giocarlo.

 


Ogni categoria di incantesimi, nello spellbook sono così predisposti:

1 2 3
4 5 6
7 8 9

Gli incanti 1 2 3 sono incanti di basso livello che provocano minimi danni e necessitano di una concentrazione lieve, questo permette al mago di poterli lanciare abbastanza velocemente (ma sempre ben descrivendo le azioni) impedendo così di esser troppo esposti agli attacchi.

Gli incanti 4 5 6 sono incanti di media potenza e provocano danni medio alti. Necessitano di una concentrazione più accentuata rispetto agli incanti di basso livello.

Il rischio di esser indifesi agli attacchi ora è più alto.

Gli incanti 7 8 9 sono incanti molto potenti e che vanno usati con particolare attenzione poiché tra loro ci sono incanti ad ampio raggio (esempio: inferno, terremoto, tempesta, apocalisse), da non usare al chiuso o dove c´è troppo affollamento di persone che potrebbero venire colpite agli effetti. Essendo molto potenti necessitano di una concentrazione molto profonda e le azioni di preparazione devono essere molte (si parte dal minimo di 3), questo però rende il mago estremamente vulnerabile agli attacchi.

Regola non scritta ma che è bene tener a mente è che la magia va usata come le armi, con saggezza e senza abusarne, ricorrete alla magia solo se è necessario, non usatela per mettervi in mostra: arrecate danni e rischiate pene severe.

________________________________________ Aria

Morso del Vampiro – Prima Lega

Incantesimo necromantico, il Morso del Vampiro attinge alla forza vitale del bersaglio per sottrargliene parte, che andrà a rinvigorire l´incantatore. Si manifesta come una scarica di energia scarlatta che si dirama dalla mano del lanciatore per poi mirare ad un centro vitale della creatura bersaglio (la quale deve per forza essere vivente), come il cuore. Spesso accade che la vittima di tale stregoneria senta per un istante ogni forza mancargli, oppure gli si blocchi in gola il respiro per un istante, nel momento in cui tale minima quantità di energia è sottratta al suo corpo.

Durata: istantanea.

Componenti: non indispensabili.

Scarica Statica – Prima Lega

Questo incantesimo permette di generare un flusso di energia elettrica dai polpastrelli delle dita. E´ particolarmente efficace al tocco, per questo motivo molti stregoni preferiscono utilizzarlo in tal maniera, ponendo la mano sul petto del bersaglio al momento del lancio. Da essa si sprigiona una scarica di crepitante energia elettrica che trapassa il corpo della vittima, provocando ustioni di media gravità ai tessuti esterni e stimolando eccessivamente i centri neurali. Ne conseguono una contrazione involontaria dei muscoli, che tuttavia non ha sufficiente potenza da far rischiare un arresto cardiaco, e la possibilità di uno shock neurale, se la potenza è tale da permetterlo *. L´energia generata da questo incantesimo non è propriamente aliena o magica e segue ogni legge di conduttività elettrica, ad ogni modo.

*(Si fa solitamente appello a questa regola se il danno numerico supera il 15 in un simile attacco. Il turno seguente il bersaglio dovrà riprendersi, perdendo le azioni che avrebbe altrimenti eseguito.)

Durata: istantanea.

Componenti: non indispensabili.

Grandine – Prima Lega

Grazie a questo sortilegio l´incantatore può generare una violenta tormenta di ghiaccio, per pochi istanti, in un cubo dallo spigolo di circa due metri. Ciò accade per il potere concessogli di squarciare il piano etereo, divisione fra il piano Materiale ed i piani Secondari, fra cui quelli Elementali, e di richiamare da esso la potenza delle nubi di tempesta più distruttrici. Il corpo della vittima verrà sferzato da potenti soffi di vento di bufera e lapidato da chicchi di grandine per la breve durata di questo incantesimo, ovvero pochi secondi, al termine del quale di tutto ciò non resteranno che poche gocce d´acqua. Una seconda versione più debole di questo incantesimo riversa una violenta pioggia monsonica sulla medesima superficie, non variando la breve durata dell´incantesimo, ma mutando il ghiaccio in semplice acqua. E´ tuttavia sconsigliabile in un normale combattimento, poiché non provoca danni fisici.

Durata: istantanea.

Componenti: non indispensabili.

Scudo di Aria – Seconda Lega

Questo incantesimo genera uno schermo invisibile attorno al bersaglio che lo protegge da qualunque attacco sia basato sull´elemento Aria. Ciò comprende elettricità, vento, gas, precipitazioni ed agenti atmosferici e meteorologici naturali e non. Non garantisce altre immunità se non quelle elencate. Si crede alcuni maghi erigano tali barriere attorno a sé per poter viaggiare sul piano elementale dell´Aria senza venir colpiti dagli effetti che sui viventi hanno le cosiddette Atmosfere Elementali.

Durata: una azione del bersaglio per grado in aria.

Componenti: un piccolo disco di quarzite.

Tuono Assordante – Seconda Lega

Questo sortilegio provoca lo scoppio di un tuono di energia sul piano Etereo, parallelo a quello Materiale, poiché lì compito semplificato dalle masse di energia vaganti e caotiche. Il punto esatto in cui andrà a generarsi, corrispondente al medesimo punto sul piano Materiale, vedrà una prorompente ondata di energia sonora esplodere nell´aria, rendendo temporaneamente non effettive le capacità uditive di chi si trovava esattamente in quel punto. Più di un lieve torpidio agli orecchi sarà impossibile che venga avvertito da chi non era il diretto bersaglio, in quanto la reale forza dell´energia sonora, di origine magica, si scatena nel punto stabilito, perdendosi nell´aria più velocemente di qualunque suono di origine naturale. L´effetto riguarda soltanto energia sonora: non sarà presente nessun altro degli effetti che solitamente compone un fulmine, né lampo, né calore. L´unico effetto secondario, ma provocabile soltanto da maghi esperti, genera assieme al suono un´onda d´urto molto forte, spostando una grande massa d´aria all´istante *.

*(Se un mago avente abilità in Aria minima di 7 lancia l´incantesimo Tuono Assordante, diviene in grado di generare pure una minima onda d´urto capace di gettare a terra l´avversario, che potrebbe perdere azioni successive per riprendersi o rialzarsi se il danno è uguale o maggiore a 15.)

Durata: la sordità dura un turno del bersaglio per ogni grado in Aria, ma l´effetto dell´incantesimo è istantaneo.

Componenti: un piccolo pezzo di metallo.

Fulmine – Seconda Lega

Lo stregone che segua le vie dell´Aria ben presto imparerà a condizionare le masse di energia presenti nell´aria ed a sovraccaricarne un corpo. Questo incantesimo genera un raggio di crepitante energia che va a trapassare il corpo della vittima dalle mani dell´incantatore in linea d´aria. Le ferite provocate sono estese a gran parte del corpo e sono composte innanzi tutto da gravi ustioni, seppure dalla scarica siano provocati anche alcuni effetti secondari: l´energia elettrica sovraccarica di impulsi i centri nervosi, dando possibile luogo a shock neurali e contraendo in uno spasmo doloroso ogni muscolo *. Se sprigionato al tocco, poi, questo incantesimo ha potere sufficiente da gettare in terra a vari metri di distanza una creatura di medio peso e dimensioni. L´energia generata da questo incantesimo non è propriamente aliena o magica e segue ogni legge di conduttività elettrica, ad ogni modo.

*(Si fa solitamente appello a questa regola se il danno numerico supera il 15 in un simile attacco. Il turno seguente il bersaglio dovrà riprendersi, perdendo le azioni che avrebbe altrimenti eseguito.)

Durata: istantanea.

Componenti: un piccolo pezzo di metallo.

Genio dell´Aria – Terza Lega

Sono definiti come genī gli spiriti elementali che abitano il piano dell´Aria. Essi hanno sembianze vagamente umanoidi, corpo spesso formato da nubi dense e vorticanti ed altezza vagante fra il metro e mezzo ed i due metri. Quando un incantatore li costringe sul piano Materiale attraverso questo incantesimo, essi ubbidiranno ad un solo suo ordine, ma dopo aver compiuto ciò svaniranno per fare ritorno al loro piano natio. La durata di questo compito deve essere, in casi normali, di alcune azioni al massimo, o l´elementale potrebbe decidere di non eseguirlo spezzando il vincolo magico e facendo ritorno al luogo da cui proviene. Ad ogni modo, l´evocatore della creatura può in qualunque momento congedarla, sollevandola da qualunque incarico assegnatole. Il genio dell´Aria ha il potere di fluttuare e di controllare le masse d´aria, compattandole e generando potenti onde d´urto per investire violentemente gli avversari, gettandoli a gambe all´aria, per lo meno. Il Genio, può essere evocato, oltre che per il solo scopo di attaccare, anche per mansioni secondarie.

Durata: Guarda sotto.

1–2–3 in Aria = durata di 2 turni
4–5–6 in Aria = durata di 4 turni
7–8–9 in Aria = durata di 6 turni

Componenti: E´ necessario che sia inscritta, disegnata o incisa su di una qualche superficie la runa propria dell´elemento Aria. Sopra di essa comparirà la creatura evocata. Una volta che essa sarà stata congiurata non sarà più necessaria la presenza della runa perché essa possa permanere sul piano Materiale.

Invisibilità – Terza Lega

Questo incantesimo, modificando le proprietà dell´etere che permea l´aria attorno al bersaglio, può renderne il corpo invisibile a qualunque vista naturale. La reale posizione del bersaglio rimarrà la stessa, come egli avrà ancora la possibilità di tangere o manipolare oggetti, produrrà ancora rumori desiderati o meno, muoverà ancora sulle superfici solide e sarà impossibilitato, anche se è cosa scontata, ad attraversare ostacoli fisici come muri e così via. Nessuno sarà in grado di percepirne visivamente la presenza, anche se alcuni metodi divinatori rituali potrebbero avvertire della sua permanenza o meno in un dato luogo. Nel momento in cui l´incantesimo verrà operato, il bersaglio svanirà alla vista di chiunque, come se perdesse sostanza d´un tratto, venendo assorbito dall´ignoto. La sua vista sarà ancora in grado di riconoscerne la posizione, anche se noterà il proprio corpo sfumato, sfuocato, come a vederlo oltre la nebbia o nel riflesso di un lago. Questo incantesimo non permetterà ad una creatura od un oggetto reso invisibile di schivare magicamente attacchi mirati nella direzione in cui si trovava o di sfuggire allo stesso modo ad altri metodi di individuazione, come l´udito o l´olfatto. Una volta che l´effetto avrà termine, il bersaglio dell´incantesimo riapparirà alla vista esattamente dei presenti.

Durata: un turno per ogni grado in Aria.

Componenti: la penna di un qualche volatile.

Tempesta – Terza Lega

Un mago che giunga all´apice del controllo elementale sull´Aria riesce a dominare completamente le situazioni atmosferiche, attraverso incantesimi o rituali estremamente complicati. Questo è il più comune fra essi e, probabilmente, il più devastante. Se scatenato contro una singola vittima, genera un turbine di vento, simile ad un ridotto mulinello, che vortichi attorno ad essa, con raffiche tanto potenti da graffiare e dilaniare la carne. Come se ciò non fosse sufficiente, l´aria che circonda il bersaglio si carica di energia elettrica, trapassandolo e scuotendolo per pochi attimi con scariche dalla potenza estrema. Poche persone hanno sufficiente tempra da resistere alla potenza distruttiva di questo sortilegio, che lacera la pelle e provoca ustioni da elettricità di notevole gravità su tutto il corpo. Dopo pochi secondi l´effetto ha termine, stravolgendo la mente ed il corpo del bersaglio, che non può far altro che cadere in terra, privo di forze. Dovrà spendere almeno un turno nel tentativo di riprendersi abbastanza da riprendere a camminare o a difendersi in battaglia. Una seconda versione di questo incantesimo permette un controllo atmosferico incredibile in tutto il campo visivo dell´incantatore. Egli potrà modificare le condizioni atmosferiche a suo piacimento, un mago o uno stregone abbastanza potenti potranno creare tempeste e grandi monsoni dalla potenza distruttiva non indifferente. Per generare effetti tanto distruttivi, tuttavia, potrebbe necessitare di accoliti o studenti ad assisterlo.

Durata: in caso di attacco istantaneo. Nel caso di modifica atmosferica di una certa rilevanza, un turno per ogni grado in aria, seppure l´incantatore dovrà rimanere concentrato per tutta la durata desiderata.

Componenti: un piccolo pezzettino di metallo ed una goccia d´acqua.

________________________________________ Acqua

Aghi di Ghiaccio – Prima Lega

Forzando il congelamento parziale di particelle d´acqua presenti nell´aria, il mago è in grado di plasmare dei piccoli proiettili appuntiti di ghiaccio per poi direzionarli ad un bersaglio distante. Le piccole lame, se colpiranno l´avversario, ne penetreranno le carni con chirurgica precisione, provocando ferite minori e poco profonde ma estremamente dolorose. Una volta che le schegge avranno compiuto la loro missione, sia essa un attacco o meno, diverranno ciascuna una o due gocce d´acqua, non lasciando dietro sé altre tracce. Possono penetrare o scalfire soltanto materiali meno duri del ghiaccio, anche se forza e la precisione con cui vengono scagliate potrebbe bastare, ad esempio, a distruggere una vetrata dalla superficie ampia ed il materiale sottile.

Durata : istantanea.

Componenti : non indispensabili.

Gelo – Prima Lega

Questo incantesimo provoca l´abbassamento improvviso della temperatura dell´aria circondante il bersaglio. Ciò che si manifesta visivamente è una nube di aria gelida che esplode dalla vittima, dissipandosi presto. Si forma sulla cute del bersaglio una patina di gocce di brina cristallizzate, accompagnata ad ustioni minori da gelo sulle parti scoperte del corpo, seppure essa divenga acqua nel giro di pochi secondi, se la temperatura esterna è superiore agli 0° C. Questo incantesimo, se concentrato su di una superficie liquida di piccole dimensioni (massimo uno specchio d´acqua contenente un litro d´acqua per ogni grado nell´abilità Acqua del mago), può provocare il congelamento della superificie o, in casi rari ma avvenuti, il condensamento in un blocco di ghiaccio dello stesso. Non può tuttavia avere come bersaglio una quantità di liquido in movimento più che leggero, né che scorra, né che cada dal cielo, ad esempio.

Durata : istantanea in caso di attacco. Per il secondo effetto fino a scongelamento naturale o meno.

Componenti : non indispensabili.

Veleno – Prima Lega

Questa terribile trasmutazione cambia una minima parte del sangue circolante nel sistema della vittima in veleno. Occorre da parte del lanciatore che venga toccato il bersaglio, o l´incantesimo non avrà effetto (cosa che invece la verga del veleno riesce ad eludere, grazie agli incantesimi infusi in essa durante la sua costruzione). Il veleno è di origine naturale e può essere dissolto dall´organismo grazie alle cure di un intercessore delle divinità o di una apposita pozione atta a purificare da tossine il sangue. Gli effetti provocati dal veleno sono debilitanti e rapidi. Esso prosciuga la vittima dalle proprie forze fino a quando non sarà morta per insufficienza muscolare, in particolare cardiaca e respiratoria. Solitamente il bersaglio si sente sempre più debole vede impallidirsi man mano che la sostanza venefica scorre per tutto il proprio corpo. Non è possibile, dopo il lancio, annullare o interrompere l´effetto con incantesimi atti ad annullarne altri, come rituali di disgiunzione o dissoluzione, dato che le forze dell´incantesimo terminano di agire nel momento in cui il sangue è cambiato nella sostanza. Da quell´istante in poi il veleno è da considerare circolante naturalmente nel sistema della vittima, quindi purificabile soltanto attraverso i metodi espressi in precedenza. Poiché per agire necessita di sangue da corrompere, questo incantesimo non agirà su enti o creature prive di sangue, liquidi vitali o di circolazione. Fra esse sono compresi i non–morti e tutte le creature incorporee.

Durata : istantanea (vedi sopra ciò che riguarda la durata del veleno).

Componenti : una spina di malgiglio.

Scudo di Acqua – Seconda Lega

Questo incantesimo genera uno schermo invisibile attorno al bersaglio che lo protegge da qualunque attacco sia basato sull´elemento Acqua. Ciò comprende freddo, trasmutazioni, neve, liquidi e molti composti chimici nocivi, quali veleni alchemici ed acidi minori. Non garantisce altre immunità se non quelle elencate. Si crede alcuni maghi erigano tali barriere attorno a sé per poter viaggiare sul piano elementale dell´Acqua senza venir colpiti dagli effetti che sui viventi hanno le cosiddette Atmosfere Elementali.

Durata : una azione del bersaglio per grado in Acqua.

Componenti : un piccolo disco di minerale blu.

Palla di Ghiaccio – Seconda Lega

Plasma fra le mani del lanciatore una sfera di energia azzurra e bianca dal diametro di circa 30 cm ribollente di gelo. Egli potrà scagliarla in un punto preciso entro il suo campo visivo, investendo un singolo obiettivo. Nell´istante in cui la sfera raggiungerà la destinazione decisa divamperà in una nube di frigida energia, liberando un freddo tanto intenso da ustionare i tessuti esterni della creatura coinvolta nella conflagrazione e facendole rischiare un principio di necrosi superficiale da gelo alla cute scoperta. Colui che ne è coinvolto, dunque, oltre alle ustioni, potrebbe sentire per un certo tempo poco sensibili certe zone del corpo le quali, al momento dell´attacco, non erano protette da vestiti o armatura. Potrebbe tuttavia bastare del movimento per ripristinare la sensibilità totale, che non sfocierà, in questo caso, in perdita delle funzioni sensoriali e motorie, cosa che potrebbe invece accadere nel caso di mancati soccorsi o attenzioni, anche personali, per più di alcune ore. Se l´esplosione è sufficientemente potente, potrebbe gettare a terra il bersaglio dell´incantesimo *.

*(Si fa appello a questa regola nel caso in cui i danni numerici superino il 15. L´avversario cadrà a terra e perderà la prossima azione per rialzarsi o ristabilirsi.)

Durata : istantanea.

Componenti : una goccia d´acqua o un pizzico di polvere.

Spiritello dell´Acqua – Seconda Lega

Sono definiti come spiritelli dell´acqua gli spiriti elementali che abitano il piano dell´Acqua. Essi hanno sembianze vagamente umanoidi, corpo spesso formato da liquidi simili all´acqua o ghiaccio ed altezza vagante fra il metro ed il metro ed ottanta. Sono muniti, come i pesci, di una pinna caudale che permette loro spostamenti rapidi subacquei. Quando un incantatore li costringe sul piano Materiale attraverso questo incantesimo, essi ubbidiranno ad un solo suo ordine, ma dopo aver compiuto ciò svaniranno per fare ritorno al loro piano natio. La durata di questo compito deve essere, in casi normali, di alcune azioni Spiritello dell´Acqua – Seconda Lega al massimo, o l´elementale potrebbe decidere di non eseguirlo spezzando il vincolo magico e facendo ritorno al luogo da cui proviene. Ad ogni modo, l´evocatore della creatura può in qualunque momento congedarla, sollevandola da qualunque incarico assegnatole. Il solito ordine impartito riguarda l´attacco degli avversari dell´evocatore. La pericolosità di queste creature in battaglia sta nella capacità di modificare la pressione interna del proprio corpo, rendendo il loro assalto devastante come un colpo di maglio. Lo spiritello dell’Acqua oltre a poter svolgere l’azione di attacco verso un avversario può essere chiamato sul piano elementale anche per svolgere mansioni secondarie (salvataggi in mare, laghi, fiumi ecc).

Durata : guarda sotto.  

1–2–3 in Acqua = durata di 2 turni
4–5–6 in Acqua = durata di 4 turni
7–8–9 in Acqua = durata di 6 turni

Componenti : E´ necessario che sia inscritta, disegnata o incisa su di una qualche superficie la runa propria dell´elemento Acqua. Sopra di essa comparirà la creatura evocata. Una volta che essa sarà stata congiurata non sarà più necessaria la presenza della runa perché essa possa permanere sul piano Materiale.

Teletrasporto – Terza Lega

Con questo incantesimo il mago si rende capace di squarci e spostamenti planari minori. Determinato un bersaglio (che può essere personale) che si trovi a breve distanza da lui, come pochi metri, o, addirittura, a distanza sufficiente per tangerlo, egli può farne svanire il corpo e l´intero equipaggiamento per poi farlo ricomparire in un secondo luogo, che deve per forza essere ben conosciuto dal lanciatore (deve esserci stato almeno una volta) oppure deve trovarsi entro il suo netto campo visivo. Questo incantesimo non modifica nessuna delle proprietà fisiche non legate allo spazio del bersaglio, come non permette di trasportare pesi superiori al corrispondente peso massimo secondo la tabella.

1 grado in Acqua = 5 kg massimi
2 gradi in Acqua = 20 kg massimi
3 gradi in Acqua = 40 kg massimi
4 gradi in Acqua = 85 kg massimi
5 gradi in Acqua = 115 kg massimi
6 gradi in Acqua = 150 kg massimi
7 gradi in Acqua = 195 kg massimi
8 gradi in Acqua = 245 kg massimi
9 gradi in Acqua = 300 kg massimi

Durata : istantanea.

Componenti : non indispensabili.

Nebbia Acida – Terza Lega

Questo terribile incantesimo trasforma l´acqua presente nell´aria attorno al bersaglio in un denso vapore corrosivo. La breve durata della trasmutazione, ovvero due o tre secondi, è sufficiente a far sì che le sostanze acide contenute nella nube attacchino qualunque materia organica presenti al suo interno. La carne viene corrosa con orribili lesioni e bruciature chimiche che la consumano provocando dolori enormi ed insopportabili. Pochi sono sopravvissuti a questo terribile incantesimo, e nessuno di loro riesce a descrivere i dolori provati e l´orripilante sensazione che li ha colti. Le cicatrici e le lesioni provocate non possono essere riassorbite se non per mezzo di potenti incantesimi divini, poiché sono tanto profonde e la carne è tanto consumata che le cure minori non riescono a rimarginarle o rigenerarle. I dolori provocati da questo incantesimo, se utilizzato nella corretta maniera, potrebbero costringere l´avversario a riprendersi *(almeno due turni). Un´altra versione dell´incantesimo permette di fondere e scindere nei componenti un materiale, solitamente organico. Ciò che può essere disciolto deve avere piccole dimensioni e richiede un round di concentrazione, dopo il termine delle fasi di lancio, per ogni 0,5 kg di sostanza. Il peso totale non può MAI superare 1,5 kg.

*(Se i danni numerici sono superiori al 20, la vittima avrà bisogno di un turno o più per riprendersi dai dolori atroci)

Durata : istantanea. Per il secondo effetto vedi il testo.

Componenti : una goccia di sangue di drago.

Porta Magica – Terza Lega

Chi ne fa uso può strappare la dimensione per collegare due punti distanti attraverso un portale. Al momento del lancio si spalancherà in un punto deciso, che si trovi entro sei metri dal lanciatore, una superficie di luce opaca che rispecchia la destinazione a cui conduce. Se attraversato, infatti, permette di raggiungere un secondo portale che si è aperto in contemporanea nella destinazione scelta defalcando la distanza che li separa. E´ proprio come attraversare una porta, soltanto che il farlo conduce ad un luogo distante scelto al momento del lancio. Il mago può portare con sé un´altra persona nel portale oppure oggetti per un peso massimo dipendente direttamente dalla sua abilità in Acqua, secondo la tabella seguente.

Da ricordare che ciò riguarda gli oggetti, non la persona che il mago porta con sé od il mago stesso.

1 grado in Acqua = 10 kg massimi
2 gradi in Acqua = 20 kg massimi
3 gradi in Acqua = 40 kg massimi
4 gradi in Acqua = 80 kg massimi
5 gradi in Acqua = 150 kg massimi
6 gradi in Acqua = 250 kg massimi
7 gradi in Acqua = 350 kg massimi
8 gradi in Acqua = 450 kg massimi
9 gradi in Acqua = 600 kg massimi

Si crede che un secondo potere di questo incantesimi sia di permettere viaggi interplanari o viaggi nel tempo, ma sono leggende riguardanti i più potenti fra i maghi degli Antichi... E´ certo che una volta che il peso totale viene superato oppure che il mago è passato attraverso il portale esso si chiuda così come si era aperto.

Durata : fino a quando il mago passa o il massimo peso è superato. Non può essere mantenuto aperto, in casi normali,

Componenti : della polvere di gesso.

________________________________________ Terra

Rompi Oggetto – Prima Lega

Provoca la propagazione di una risonanza distruttiva in un oggetto solido. Questa eco frangente distende e separa le componenti dell´oggetto, spesso forzando tanto un materiale da rovinarlo o distruggerlo. Può significare la distruzione o lo strappo rovinoso nel caso di oggetti fragili (vetro, ceramica, terracotta, ...) o poco resistenti alla trazione e lo strappo (carta e tessuti), la crepatura o l´incrinatura nel caso di materiali più solidi o stabili (metalli, minerali, ...). Raramente, infatti, un singolo uso di questo incantesimo distrugge al colpo un oggetto composto da un materiale del secondo tipo elencato, seppure possa indebolirlo o renderlo meno resistente all´azione di altre forze o del tempo. Questo incantesimo non ha effetto su materiale organico, quale carne o legno, ad esempio. E´ necessario, ovviamente, che l´oggetto o la superficie bersaglio si trovi entro il campo visivo dell´incantatore. Se questo incantesimo ha come bersaglio una qualche superficie (che potrà essere tuttavia soltanto rovinata visivamente e superficialmente, come attraverso graffi o crepe) dovrà essere scelto al massimo un quadrato con il lato di un metro di materiale.

Durata: istantanea.

Componenti : non indispensabili.

Nube Tossica – Prima Lega

Va a prelevare dalle profondità della terra tossine e vapori acidi che vanno a spandersi nell´aria all´interno di una sfera dal diametro di un metro circa. Le circostanze del bersaglio assumeranno per un istante un colore verde e malsano, che presto però svanirà, giacché tali gas e sostante tendono a dissiparsi nell´aria in brevissimo tempo. Potrà essere avvertito un acre odore, per alcuni fastidioso. Non basterà trattenere il respiro alla vittima, poiché tale veleno va a sostituire parte dell´ossigeno presente pure nei suoi polmoni. Gli effetti sono poche volte letali, ma spesso queste tossine e tali sostanze corrosive provocano enorme fastidio e, per breve tempo, difficoltà respiratorie *. Sono in effetti aperti alcuni sfregi e tagli minori nella trachea interna e negli alveoli, che potrebbero risentirne indebolendo i muscoli respiratori o provocando fitte e dolori. Per questo gli effetti di tale sostanza sono tanto svelti sull´organismo: non contaminano la circolazione, ma danneggiano gli apparati respiratori. E´ scontato che questo incantesimo non abbia alcun effetto sulle creature che non hanno bisogno di respirare aria.

*(Se i danni numerici sono superiori a 12 l´azione successiva della vittima dovrà essere dedicata alla ripresa delle facoltà respiratorie, interrotte da dolori, debolezza dei muscoli vitali e smasmi di tosse.)

Durata : istantanea.

Componenti : non indispendasibili.

Frana – Prima Lega

Genera piccoli sassi che si gettano con forza impressa dall´alto sul bersaglio, lapidandolo. I proiettili sono di pietra comune e svaniscono una volta che colpiscono, ma arrecano danni da contusione nel caso colpiscano, provocando dolore e lividi alla vittima. Ogni sasso ha un diametro di circa 10 cm e viene generato ad un´altezza di due metri sopra al bersaglio, su cui ricadranno con propulsione magica, come se stessero precipitando da molto più in alto. Una volta colpito il bersaglio, come già accennato, svaniranno divenendo polvere. Non sono armi molto precise, ma l´incantesimo farà in modo che non manchino il bersaglio. Per questa loro natura non sarà possibile determinare con precisione in quale punto debbano colpire esattamente (non può l´incantatore chiedere, ad esempio, che venga colpito alla gamba sinistra o alla mano).

Durata : istantanea.

Componenti : una manciata di polvere.

Scudo di Terra – Seconda Lega

Questo incantesimo genera uno schermo invisibile attorno al bersaglio che lo protegge da qualunque attacco sia basato sull´elemento Terra. Ciò comprende sabbia, pietra, vegetali, minerali e terra in genere. Non garantisce altre immunità se non quelle elencate. Si crede alcuni maghi erigano tali barriere attorno a sé per poter viaggiare sul piano elementale della Terra senza venir colpiti dagli effetti che sui viventi hanno le cosiddette Atmosfere Elementali.

Durata : una azione del bersaglio per grado in Terra.

Componenti : un piccolo disco di pietra.

Disinnesca Trappola – Seconda Lega

Questo incantesimo provoca il blocco in situazione di riposo (innocua) di trappole meccaniche semplici. Il meccanismo della trappola sarà trattenuto dalle energie del sortilegio, che preverrà che possa scattare nei prossimi tempi. Qualsiasi evento possa farla scattare non provocherà invece nessun effetto che abbia a che fare con l´organismo disinnescato in questo modo. Alcuni maghi, neppure troppo esperti (minimo grado in Terra 4), sono in grado di utilizzare le energie di questo incantesimo per far invece scattare un meccanismo semplice, di cui deve conoscere almeno le basi. Nello studio di questo incantesimo è perciò spesso proposto lo schema di funzionamento delle serrature e delle trappole più banali, per facilitare l´uso del sortilegio più avanti. E´ necessario che il lanciatore sia conscio della presenza di una trappola o di un meccanismo, al momento del lancio, e che sappia in che direzione si trova, indicativamente. Deve trovarsi a meno di una decina di metri da lui.

Durata : bloccaggio di trappole – 1 turno per ogni grado in Terra. Scatto di meccanismi – istantaneo.

Componenti : un pezzetto di ferro.

Terremoto – Seconda Lega

Denominato così per gli effetti che provoca nelle vittime, questo sortilegio dà luogo ad un´eco distruttiva nel corpo di una singola vittima. Ogni suo osso o muscolo, al momento del lancio, verrà convulso e diverrà preda di dolori e di forti pressioni. Il corpo tutto tremerà e sarà scosso violentemente durante gli effetti di questo orribile e distruttivo incantesimo. Le ferite presentate saranno da botta, ma le lesioni maggiori saranno interne. Potranno infatti avvertirsi dolori e debolezze ore dopo l´incantesimo, segni evidenti dei tagli e delle pressioni subite all´interno del corpo. Un'altra versione di questo incantesimo prevede che nel campo visivo del fruitore fino ad una distanza massima di 100 metri, venga provocato un vero e proprio terremoto che, in base all’esperienza del mago e alla sua forza potrà determinare la durata/potenza.

Durata : istantanea. Per la seconda versione dell’incanto attenersi al prospetto qui sotto.

1–2–3 in Terra = durata di 2 turni
4–5–6 in Terra = durata di 4 turni
7–8–9 in Terra = durata di 6 turni


Componenti : un piccolo magnete.

Evoca il Golem – Terza Lega

Vengono erroneamente ma comunemente chiamati come ´golem´ gli elementali rocciosi che abitano il piano elementale della Terra. In realtà il golem è un costrutto animato magicamente. Essi hanno sembianze vagamente umanoidi, corpo formato da dura roccia ed altezza vagante fra i due metri. Quando un incantatore li costringe sul piano Materiale attraverso questo incantesimo, dopo aver compiuto ciò svaniranno per fare ritorno al loro piano natio. La durata di questo compito deve essere, in casi normali, di alcune azioni al massimo, o l´elementale potrebbe decidere di non eseguirlo spezzando il vincolo magico e facendo ritorno al luogo da cui proviene. Ad ogni modo, l´evocatore della creatura può in qualunque momento congedarla, sollevandola da qualunque incarico assegnatole. Il solito ordine impartito riguarda l´attacco degli avversari dell´evocatore. Queste creature hanno il corpo formato di una roccia molto dura, che permette loro di attaccare con forza e pericolosità enorme.

Durata : guarda sotto. Per lo svolgimento di mansioni secondarie fare riferimento al prospetto.

1–2–3 in Terra = durata di 2 turni
4–5–6 in Terra = durata di 4 turni
7–8–9 in Terra = durata di 6 turni

Componenti : E´ necessario che sia inscritta, disegnata o incisa su di una qualche superficie la runa propria dell´elemento Terra. Sopra di essa comparirà la creatura evocata. Una volta che essa sarà stata congiurata non sarà più necessaria la presenza della runa perché essa possa permanere sul piano Materiale.

Pietrificare – Terza Lega

Rende roccia le carni della vittima. Blocca d´un tratto le funzioni vitali, mandando il bersaglio in una sorta di stasi vitale: non è vivo ma non può venire ucciso, in tal modo. Al momento del lancio dell´incantesimo le membra si intorpidiranno e, in pochi istanti, diventeranno roccia, bloccando la vittima nella posizione che aveva appena preso. Le forze dell´incantesimo manterranno viva la creatura finché sarà pietra, ma la sua immobilità ed incoscienza verso ciò che la circonda potranno essere ristabilite soltanto attraverso invocazioni divine apposite o pozioni alchemiche. Poche cose potrebbero permettere alla vittima di essere distinta da una statua comune.

Durata : permanente (fino a dissoluzione).

Componenti : calce o gesso e dell´acqua.

Implosione – Terza Lega

Questo terribile incantesimo genera una zona nella quale la realtà si altera, esagerando alcune sue proprietà per brevissimo tempo. Una singola vittima colpita da questo incantesimo, infatti, vedrà la gravità divenire insostenibile per pochissimi istanti attorno a sé ed all´interno del suo stesso organismo. Tutto il corpo del bersaglio verrà schiantato in terra con forza estrema, ogni osso o viscere,  contratto e schiacciato dal peso enorme ed insostenibile. La vittima sentirà l´aria mancargli, all´inizio, quindi dolori tremendi in tutto il corpo. I pochi istanti di durata di questo orribile sortilegio sembrano infatti non finire mai. Le lesioni presentate in seguito sono fratture, slogature, contusioni e ferite interne a volte mortali. Una volta che le forze dell´incantesimo rilasciano la vittima, ella sarà stremata, al limite delle proprie forze, se ancora in possesso delle proprie facoltà o della stessa vita, e dovrà quindi spendere almeno due turni per riprendersi a sufficienza da svolgere una azione. Nel caso sia utilizzato su di una vittima in volo o  in acqua, il centro di gravità potrebbe essere modificato, spostato ad esempio al centro del corpo, che si contrarrà orribilmente schiacciato da ogni estremità. Gli effetti saranno indicativamente i medesimi.

Durata : istantanea.

Componenti : della zarcite e del mercurio liquido.

________________________________________ Fuoco

Torcia Magica – Prima Lega

Questo sortilegio permette di rischiarare i luoghi bui irradiando illuminazione magica. Può essenzialmente manifestarsi in due modi, a scelta del lanciatore al momento del lancio: A) Genera un globo di radiante energia luminosa. Esso, grazie ad una minima concentrazione del suo creatore, può spostarsi dal punto in cui è stata generata fluttuando nell´aria, ma non può mai superare la distanza dal mago di 5 metri. B) Diffonde luce magica che s´irradia dal corpo del bersaglio, come se un´aura luminosa lo circondasse. La luminescenza si sposterà assieme al bersaglio. In entrambe i casi la luce avrà la potenza massima di una torcia, anche se dettagli minori, quali la potenza effettiva (che rimanga sempre entro i limiti) ed il colore della luminescenza siano totalmente statuibili al momento del lancio. Per poter modificare uno di questi particolari dopo il lancio in mago avrà bisogno di concentrarsi appena per una azione. La torcia magica non provoca calore, non ha essenza fisica o corpo tangibile, giacché è solo uno spettro di energia luminosa convocato dal mago.

Durata : una azione per grado in Fuoco.

Componenti : non indispensabili.

Freccia Infuocata – Prima Lega

Genera un proiettile di energia pirica di piccole dimensioni che può essere saettato su di un bersaglio distante entro il campo visivo del lanciatore. Quando colpisce la sua vittima, la freccia infuocata esplode in una contenuta nube di fiamme dalla durata di uno o due secondi, ferendola di contusione ed ustione in ogni parte del corpo scoperta o poco protetta. La forza dell´impatto è quella di un pugno scagliato con poca forza, ma potrebbe essere sufficiente a rompere oggetti fragili di piccole dimensioni, o ad appiccar fiamma ad oggetti estremamente infiammabili.

Durata : istantanea.

Componenti : non indispensabili.

Fuoco Fatuo – Prima Lega

Sono definiti come fuochi fatui gli spiriti elementali minori che abitano il piano del Fuoco. Essi hanno sembianze vagamente umanoidi, corpo spesso formato da fiamme incandescenti ed altezza vagante fra le due spanne ed il mezzo metro. Quando un incantatore li costringe sul piano Materiale attraverso questo incantesimo, essi ubbidiranno ad un solo suo ordine, ma dopo aver compiuto ciò svaniranno per fare ritorno al loro piano natio. La durata di questo compito deve essere, in casi normali, di alcune azioni al massimo, o l´elementale potrebbe decidere di non eseguirlo spezzando il vincolo magico e facendo ritorno al luogo da cui proviene. Ad ogni modo, l´evocatore della creatura può in qualunque momento congedarla, sollevandola da qualunque incarico assegnatole. Il solito ordine impartito riguarda l´attacco degli avversari dell´evocatore. Queste creature di fiamma pura possono essere incaricate di un compito incendiario, come appiccar fuoco ad un materiale estremamente infiammabile. Questo tipo di compito equivale ad un attacco.

Durata : in caso di attacco istantanea. Per lo svolgimento di mansioni secondarie un turno ogni tre gradi in Fuoco.

1–2–3 in Fuoco = durata di 1 turno
4–5–6 in Fuoco = durata di 2 turni
7–8–9 in Fuoco = durata di 3 turni

Componenti: E´ necessario che sia inscritta, disegnata o incisa su di una qualche superficie la runa propria dell´elemento Fuoco. Sopra di essa comparirà la creatura evocata. Una volta che essa sarà stata congiurata non sarà più necessaria la presenza della runa perché essa possa permanere sul piano Materiale.

Scudo di Fuoco – Seconda Lega

Questo incantesimo genera uno schermo invisibile attorno al bersaglio che lo protegge da qualunque attacco sia basato sull´elemento Fuoco. Ciò comprende fiamme, calore e fumo. Non garantisce altre immunità se non quelle elencate. Si crede alcuni maghi erigano tali barriere attorno a sé per poter viaggiare sul piano elementale del Fuoco senza venir colpiti dagli effetti che sui viventi hanno le cosiddette Atmosfere Elementali.

Durata : una azione del bersaglio per grado in Fuoco.

Componenti : un piccolo disco di solfite.

Respiro del Drago – Seconda Lega

L´incantatore richiama potere dal piano elementale del Fuoco, rendendosi capace di rendere ustionante l´aria che circonda il bersaglio (circa un cubo con lo spigolo di due metri), ora sferzato da vampe di fiamme e di aria bollente. Questo incantesimo dura pochi secondi, tre o quattro al massimo, ma si manifesta sotto forma esplosiva e fiammeggiante, circondando di fiamme trasparenti ed aria fumante una singola vittima. Costei sentirà per quei brevi istanti difficoltà respiratorie notevoli, aumento smodato della pressione sanguigna e ustioni gravi su ogni parte del corpo scoperta o poco protetta. Se la potenza di questo incantesimo è a sufficienza concentrata, il bersaglio può rischiare che i vestiti o gli oggetti infiammabili ed esposti che porta con sé avvampino fra le fiamme, dovendo impiegare almeno alcuni istanti per spegnere le fiamme, per natura non magiche *.

*(Si fa appello a questa regola nel caso un simile attacco superi in danni numerici il 18. In questo caso ciò di estremamente infiammabile ed esposto che il bersaglio porta con sé prenderà fuoco, richiedendo almeno l´azione successiva per essere estinto e salvato – in certi casi solo in parte – dalla furia delle fiamme.)

Durata: istantanea.

Componenti: della polvere di fenice.

Lampo Accecante – Seconda Lega

Simile all´incantesimo Tuono Assordante, provoca la concentrazione e quindi il rilascio di energia elementale sul piano etereo, causando una forte esplosione di energia luminosa, da cui il nome, che si rispecchia sul piano materiale come uno scintillio improvviso di molte luci abbaglianti. L´effetto è piuttosto contenuto, visivamente, poiché, come spesso accade, gli incantesimi che operano dal piano etereo perdono gran parte della loro efficacia scenografica, se così è definibile. Sarà realmente riscontrato l´effetto reale dal solo bersaglio, che vedrà imprimersi sulla retina una fitta rete di luci ed ombre casuali. Esse gli impediranno di distinguere in qualunque modo le figure ed i colori e di discernere dunque la realtà visivamente. Non provoca l´effetto medesimo neppure a chi è prossimo alla vittima, al massimo può conseguire un leggero fastidio o veloce abbaglio, ma nulla di permanente o debilitante. La cecità effettiva procurata è solo indotta magicamente: l´effetto dell´incantesimo, una volta rilasciate le sue energie, perdurerà come se le capacità visive della vittima fossero state annullate in maniera naturale o in altra maniera che le renda non effettive e permanentemente. La vista può essere ripristinata con cure magiche (intercessioni divine) o in qualunque metodo riporti alla possibilità di vedere chi sia stato accecato in una qualche maniera.

Durata : istantanea (vedi il testo per la durata della cecità [permanente])

Componenti : dell´eupasite.

Palla di Fuoco – Terza Lega

Plasma fra le mani dell´incantatore una sfera di energia pirica compressa magicamente. Questa, avente un diametro di circa una spanna e mezza, può venire dunque scagliata ad un bersaglio che si trovi entro il campo visivo del mago, avvampando in una conflagrazione una volta investita la vittima. In quel momento, infatti, le energie che contengono le fiamme e le comprimono vengono rilasciate, facendo esplodere la sfera in una nube di fuoco divoratore. Nell´aria le fiamme, consumando d´un colpo l´ossigeno presente, svaniranno subito dopo la conflagrazione, seppure saranno provocati alcuni effetti secondari, primo fra i quali la creazione di un´onda d´urto sufficiente a gettare a terra il bersaglio e chiunque altro si trovi entro 4 metri da lui, costringendole a riprendersi nel turno successivo se non hanno preso precauzioni contro questo effetto. Tuttavia il rilascio improvviso delle fiamme impedirà la combustione di elementi non trattati specificatamente in modo da prender fuoco, come ad esempio unti d´olio da torcia, anche se materiali come la pergamena e la carta potrebbero incendiarsi all´istante.

Durata : istantanea.

Componenti : dello zolfo.

Inferno – Terza Lega

Genera attorno al bersaglio un´esplosione di materia pirica, getti di vapori caustici e di fumi ribollenti. Si manifesta come una conflagrazione di fiamme e fumo denso in una piccola area, solitamente dalle dimensioni di un busto o corpo umano, che si propaga in pochissimo istanti in un´onda d´urto potentissima. Tutte le creature che si trovino nelle dirette circostanze della vittima (4, 5 metri) verranno gettate a terra, spinte dalla gran forza, ma non subiranno i danni da fuoco causati dall´incantesimo. Lo sfortunato bersaglio vedrà inflitte sulla sua carne orribili ustioni e corrosioni da fuoco e calore, piaghe dolorose e difficili da assorbire. E´ semplice che questo incantesimo, nel rilasciare la sua furia, appicchi fuoco a ciò di infiammabile che il bersaglio ha con sé ed espone *.

*(Si fa appello a questa regola nel caso un simile attacco superi in danni numerici il 18. In questo caso ciò di estremamente infiammabile ed esposto che il bersaglio porta con sé prenderà fuoco, richiedendo almeno l´azione successiva per essere estinto e salvato – in certi casi solo in parte – dalla furia delle fiamme.)

Durata : istantanea.

Componenti : del sangue di drago.

Apocalisse – Terza Lega

Questo incantesimo è stato riesumato dalle conoscenze magiche degli Antichi che perseguivano la via della Distruzione. Fa appello alle più pericolose e caotiche forze elementali del Fuoco per far ribollire i liquidi corporei dell´avversario e per avvolgerlo di fiamme e vampate di calore più intense che quelle di una fucina o di una forgia. L´effetto si manifesta come un turbine di fiamme dal colore a tratti rosso ed ad altri blu, stranezza forse dettata dal calore estremo del fuoco, che esplode dall´interno della vittima, consumandone per pochi istanti le carni ed i tessuti. Provoca ustioni gravissime, spesso letali, e l´ebollizione immediata di alcuni dei fluidi corporei più superficiali, come il sangue di circolazione semi–epidermica. E´ quasi inevitabile che la vittima resista fisicamente al calore tanto intenso *. Una seconda versione di questo incantesimo, utilizzata dagli Antichi negli assedi, permette di provocare una violenta esplosione di fiamme in un punto che sia entro il campo visivo del lanciatore e può coprire al massimo 100 metri di diametro. Provoca ferite gravi,  ustioni e contusioni. E´ in effetti un´onda d´urto avvolta dalle fiamme che getta in terra, brucia e distrugge ciò che di solido incontra, anche se la materia organica di cui è composto il corpo di molti esseri viventi non reagisce alle onde sonore provocate distruggendo e bruciano tutto quello che incontra.

*(Nel caso i danni numerici superino il 28 la vittima diretta dell´incantesimo sviene e crolla a terra, stremata dal calore intenso. Rimarrà svenuta, nel caso sopravviva, sino a quando non avrà avuto modo di far cessare le vampe di calore e di abbassare la temperatura corporea, cosa che, normalmente, richiede alcune ore.)

Durata : istantanea.

Componenti : zolfo e polvere di ormantite.

________________________________________ Luce

Buona Stella – Prima Lega

Questo sortilegio infonde un ardore epico nel bersaglio, agendo sulla sua psiche innanzi tutto. Le azioni che egli compirà saranno guidate da questa passione e tutelate magicamente dalle energie di questo incantesimo, dedito a proteggere il suo recipiente. Spesso il capo di chi è bersaglio di tale sortilegio si circonda di un´aura calda e dorata, come quelle che cingevano il capo dei Celestiali che si preparavano alla battaglia per la giusta causa. Oltre ad infondere grande e saggio coraggio e chiarezza di pensieri ed a far splendere per breve tempo la fortuna sopra al bersaglio questo incantesimo minore sembra non avere ulteriori effetti.

Durata : una azione del bersaglio per ogni livello in Luce.

Componenti : non indispensabili.

Tocco del Taumaturgo – Prima Lega

Non propriamente incantesimo di guarigione quanto di trasfusione di energia, tale sortilegio permette di trasmettere parte della propria forza vitale ad una seconda creatura, imponendo le mani sulle sue ferite o contusioni. Solitamente si sprigiona una debole luminosità da tale gesto, mentre le ferite si richiudono o i traumi vengono assorbiti dalla pelle. Non è raro che il ricevente senta leniti i propri dolori in un piacevole calore che si spande nel corpo, mentre la sensazione inversa sia provata dal lanciatore, che di solito va impallidendo per pochi istanti, avvertendo freddo e debolezza. Viene collocato nel ramo bianco della necromanzia arcana, seppure non generi in sé energia vitale. Non può rigenerare parti del corpo perdute o ridonare facoltà inibite da altri effetti o avvenimenti, come la cecità o il veleno.

Durata : istantanea.

Componenti : non indispensabili.

Splendore – Prima Lega

Perché questo incantesimo risultasse il più discreto possibile, fu fatto sì che il suo effetto fosse sprigionato dagli occhi del mago. Agisce sull´inconscio della vittima, spingendola a vedere l´incantatore non come minaccia o avversario, detto nell´estremo, ma come amico degno di grande fiducia. Tutto ciò non esclude l´intelletto naturale di una creatura o le sue capacità di giudizio, come neppure l´allineamento e la tensione o propensione ad una certa scelta anziché un´altra, ma tenta di modellare tutto ciò attorno al fatto che l´incantatore è divenuto agli occhi del soggetto un alleato ed un intimo amico. Detto ciò, non sarà ad un ordine che la creatura risponderà affermativamente, bensì più spesso ad un consiglio o una preghiera, in quanto lo stregone è ora degno della sua più gran fiducia. Nessuna creatura intelligente risponderebbe alla richiesta di suicidio neppure da parte di un amico, ma potrebbe acconsentire ad abbandonare le armi o fuggire sotto consiglio del mago. In ogni caso, gli sarà impossibile, per quanto restrittivi possano essere i suoi ideali, attaccare direttamente il lanciatore o fare lui un torto grave. Inversamente, un´azione palesemente ostile nei confronti del bersaglio da parte dell´incantatore o dei suoi presunti alleati spezzerebbe istantaneamente l´incantesimo. L'incanto non è percepibile ai pg non avvezzi alla magia, al momento della scomparsa dell´effetto la vittima non ricorderà di essere stata soggetta alla trama arcana. Si troverà ad affrontare uno stato di confusione alla quale non saprà darsi una risposta.  

Durata : una azione del bersaglio per livello in Luce.

Componenti : non indispensabile.

Elementale della Luce – Seconda Lega

Il semipiano della Luce è popolato da queste eteree creature formate di pura luce iridescente. Sono alte circa due spanne, fluttuano nell´aria ed hanno sembianze semi–umanoidi, come ogni elementale. Quando un incantatore li costringe sul piano Materiale attraverso questo incantesimo, essi ubbidiranno ad un solo suo ordine, ma dopo aver compiuto ciò svaniranno per fare ritorno al loro piano natio. La durata di questo compito deve essere, in casi normali, di alcune azioni al massimo, o l´elementale potrebbe decidere di non eseguirlo spezzando il vincolo magico e facendo ritorno al luogo da cui proviene. Ad ogni modo, l´evocatore della creatura può in qualunque momento congedarla, sollevandola da qualunque incarico assegnatole. Il solito ordine impartito riguarda l´attacco degli avversari dell´evocatore. Seppure piccole, queste creature sono composte da ribollenti riflessi di luce pura ed arcana, che ustiona con lesioni da fuoco ogni elemento sia avverso all´incantatore.

Durata : guarda sotto.

1–2–3 in Luce = durata di 2 turn1
4–5–6 in Luce = durata di 4 turni
7–8–9 in Luce = durata di 6 turni

Componenti : E´ necessario che sia inscritta, disegnata o incisa su di una qualche superficie il glifo proprio degli antichi culti del Sole. Sopra di esso comparirà la creatura evocata. Una volta che essa sarà stata congiurata non sarà più necessaria la presenza della runa perché essa possa permanere sul piano Materiale.

Luce Prismatica – Seconda Lega

Questo incantesimo, riesumato dai tomi degli antichi Seguaci del Sole, permette di attingere potere direttamente dal semipiano della Luce per poi spanderla nel suo stato più puro e distruttivo sul Primo Piano Materiale. Il lanciatore di questo sortilegio diviene infatti in grado di emettere un lampo composto da mille raggi di luce colorata ribollente di ustionante e crepitante energia positiva. L´esplosione di luce innaturale si spande per molti metri attorno al lanciatore, circa un raggio di 10–15 metri, prima che gli effetti se ne dissipino ed è in grado, per la sua natura planare ed eterea, di passare oltre ai muri che bloccano la luce naturale. Quando raggiunge un corpo vivo che non sia quello del lanciatore questo incantesimo lo trapassa con vampate di calore magico, bruciandone le carni e lo spirito. Questo incantesimo è l´unica difesa affidabile di un mago circondato dagli avversari, nonché l´ultima risorsa di chi è accerchiato, ma va usato con estrema cautela, poiché investe chiunque circondi il lanciatore, senza distinzioni fra le fazioni.

Durata : istantanea.

Componenti : un piccolo pezzo di vetro o cristallo.

Congelare il Tempo – Seconda Lega

Seconda sfera di influenza della magia della Luce è il tempo, dominio condiviso con l´elemento dell´Acqua. Questo incantesimo blocca nel tempo un bersaglio, che non potrà agire o percepire l´esterno in alcun modo fino al termine dell´incantesimo. La vittima non sentirà che fuori a sé il mondo continua a trascorrere i secondi, ma al termine del sortilegio sarà come se fosse tutto cambiato d´un tratto. Non si accorgerà dunque di essere stato bersaglio dell´incantesimo a meno che non veda l´incantatore operante il sortilegio.

Durata : dipende dai gradi in luce dell´operante. L´effetto permane un turno del bersaglio, che dovrà descrivere la stasi e gli effetti di ciò che accade all´esterno sul suo corpo ignaro ed impotente, per ogni 3 gradi in Luce dell´operatore.

1–2–3 in Luce = durata di 1 turno
4–5–6 in Luce = durata di 2 turni
7–8–9 in Luce = durata di 3 turni

Componenti : un piccolo laccio di cuoio.

Giorno degli Dei – Terza Lega

Chiamato così perché ritenuto inizialmente potere concesso dagli Dei ai Celestiali, questo potente incantamento racchiude l´essenza della perfezione fisica e mentale nel bersaglio per un breve periodo. Per questo lasso di tempo egli vedrà incredibilmente aumentate la propria forza, la propria agilità, la propria resistenza fisica, l´acutezza d´ingegno, la consapevolezza del mondo, la propria coordinazione mano–occhio ed il proprio fascino. Tutte le azioni che a lui non sarebbero state concesse prima per limitazioni razziali o caratteristiche, come ad esempio un salto molto lungo oppure una prova di forza estrema, potrebbero rivelarsi semplici per colui in cui è infuso tale incantesimo. Tuttavia non sarà possibile apprendere cose che prima si ignoravano o non si conoscevano, se non per maggior acutezza d´intelletto, come non possono essere intraprese azioni al limite di ciò che è permesso ai mortali. Non acquisirà dunque capacità magiche di alcun tipo, diverrà solo eccelso in tutto ciò che opererà sotto l´influsso dell´incantesimo.

Durata : una azione del bersaglio per ogni grado in Luce.

Componenti : il glifo trascritto, in qualunque maniera, della conoscenza, simile ad un occhio inscritto in un pentagono.

Tocco Divino – Terza Lega

Altro potere benefico degli antichi Seguaci del Sole era l´infusione di energia vitale in un corpo. Questo sortilegio appartiene al ramo bianco della necromanzia arcana e permette di operare guarigioni magiche semplici sul bersaglio, sul quale andranno imposte le mani o che dovrà essere toccato. In passato gli fu dato il nome di Tocco Divino poiché molti credevano che ciò accadesse per intercessione di Garlen, ignorando di un potere arcano capace di simulare tali taumaturgie, seppure in metodo molto meno efficace. Non può rigenerare parti del corpo perdute o ridonare facoltà inibite da altri effetti o avvenimenti, come la cecità o il veleno.

Durata : istantanea.

Componenti : polvere di fenice e sangue di drago.

Raggio di Sole – Terza Lega

Questo terribile incantesimo offensivo concentra la luce solare in un devastante raggio ustionante. Il bersaglio di questo incantesimo, se investito dalla luce incandescente ed ultravioletta, presenterà danni e ferite aggravate da fuoco magico, giacché il calore emesso dal sole e convogliato dalle energie di questo incantesimo brucia corpo e spirito della sfortunata vittima. Per potersi riprendere dagli effetti di questo incantesimo il bersaglio dovrà spendere una azione, tentando di resistere ai dolori ed alla confusione. Si dice questo incantesimo, qualora venga generato o direzionato in presenza di creature non–morte, possa smembrarle e tramutarle in cenere all´istante, se non di grande potenza. Solitamente è necessario sia giorno e che il sole sia ben visibile per poterlo utilizzare, ma alcuni sostengono invece non sia fatto indispensabile. Infatti i maghi più esperti riescono a richiamare la luce del sole anche dove esso non è presente (maghi dal grado 7 in luce in su sono capaci di fare ciò).

Durata : istantanea.

Componenti : una piccola lente di vetro o cristallo.

________________________________________ Oscurità

Dolore – Prima Lega

Questo atroce incantesimo provoca acuti ed inaspettati dolori nella sua vittima. Al momento del lancio dell´incantesimo il mago deve scegliere quale punto del corpo del suo bersaglio verrà colpita dal sortilegio; potrebbe ad esempio scegliere la gamba destra, un braccio, il torace, la testa. Questo incantesimo, ad ogni modo, non può essere prolungato per diversi turni: il dolore sarà molto forte ma istantaneo, durerà infatti pochi secondi. Non può colpire creature non–morte, incorporee o prive di sistema neurale.

Durata : istantanea.

Componenti : non indispensabili.

Evoca Non–Morto – Prima Lega

Nel semipiano dell´Ombra molti spiriti inquieti vagano alla ricerca di vendetta, che non potranno certo trovare in tal luogo. Fra essi vi sono spettri, scheletri rianimati, cadaveri ambulanti e molto altro. Quando un incantatore li costringe sul piano Materiale attraverso questo incantesimo, essi ubbidiranno ad un solo suo ordine, ma dopo aver compiuto ciò svaniranno per fare ritorno al loro piano natio. La durata di questo compito deve essere, in casi normali, di alcune azioni al massimo, o l´elementale potrebbe decidere di non eseguirlo spezzando il vincolo magico e facendo ritorno al luogo da cui proviene. Ad ogni modo, l´evocatore della creatura può in qualunque momento congedarla, sollevandola da qualunque incarico assegnatole. Il solito ordine impartito riguarda l´attacco degli avversari dell´evocatore. Il tipo di attacco che queste creature eseguono dipende dalla tipologia di creatura richiamata, come vedremo nello schema sottostante. Sarà possibile richiamare una creatura di livello pari o inferiore al proprio grado in Oscurità. Una seconda versione di questo incantesimo oscuro è quella di dare un ordine diverso da quello solito di attacco alle creature corporee ma non a quelle incorporee.

1 – Scheletro
2 – Zombie
3 – Scheletro guerriero (con spada, solitamente)
4 – Zombie guerriero (con spada, solitamente)
5 – Ghoul (creatura simile ad uno zombie che si ciba dei cadaveri. E´ più grossa e veloce nei movimenti)
6 – Ombra (attacco che consuma l´anima; trapassa una creatura vivente. E´ incorporea e galleggia a pochi centimetri dalla terra. Non può volare.)
7 – Scheletro gigante (scheletro di una creatura alta due metri e mezzo circa)
8 – Ombra maggiore (ha la capacità di volare e trapassa la vittima con una scarica di energia negativa. Ha le stesse altre capacità dell´ombra minore, a parte quanto citato)
9 – Scheletro Draconico minore (lo scheletro animato di un piccolo drago. Misura, dalla coda alla testa, circa 6 metri, può volare ma non ha capacità di soffio infuocato o altro. Può mordere e dilaniare con gli artigli.)
Durata : guarda sotto.

1–2–3 in Oscurità = durata di 2 turni
4–5–6 in Oscurità = durata di 4 turni
7–8–9 in Oscurità = durata di 6 turni

Componenti : E´ necessario che sia inscritta, disegnata o incisa su di una qualche superficie il glifo proprio degli antichi culti della Luna. Sopra di esso comparirà la creatura evocata. Una volta che essa sarà stata congiurata non sarà più necessaria la presenza della runa perché essa possa permanere sul piano Materiale.

Tocco Negativo – Prima Lega

Questo sortilegio avvolge le mani dell´incantatore con la fredda luce che avvolge quelle stesse della Morte. Quando egli toccherà, nell´istante seguente, una creatura vivente, una scarica crepitante di energia negativa ne consumerà la carne, provocando forti dolori e lesioni esterne molto simili ad ustioni.

Durata : istantanea.

Componenti : non indispensabili.

Contenimento Oscuro – Seconda Lega

Il potere di questo incantesimo tortura le energie fisiche e magiche di una creatura, divorandole e consumandole. Un´aura di luce oscura circonda il bersaglio dell´incantesimo, che dovrebbe avvertire una sensazione improvvisa di vuoto, dolore e debolezza in seguito all´incantesimo, segno che le forze dello stesso hanno portato con sé le energie della malaugurata vittima. Questa sensazione dura soltanto un attimo, tuttavia.

Durata : istantanea.

Componenti : l´artiglio di un animale notturno o cacciatore.

Polvere alla Polvere – Seconda Lega

Questo tremendo sortilegio tenta di disseccare un corpo dei liquidi e della vita stessa, invecchiando i tessuti per alcuni istanti di molti anni. La vittima dell´incantesimo, quando investita dal raggio nero emanato dall´incantatore, avverte la pelle tendersi sulle ossa ed i muscoli, per un istante, avverte poi ogni organo disseccarsi, raggomitolarsi su se stesso, quindi tutto torna alla normalità. Sulla pelle dovrebbero essersi dunque aperte ferite e sfoghi da disidratazione, simili a orribili lacerazioni e strappi secchi nella pelle. I vegetali o i tessuti colpiti direttamente da questo incantesimo divengono polvere all´istante, invece, se di piccole dimensioni. Un albero potrebbe perdere, ad esempio, parte delle foglie o seccare parte dei rami.

Durata : istantanea.

Componenti : della cenere e della polvere d´osso.

Immolazione – Seconda Lega

Questo incantesimo genera vampate di calore magico a penetrare la vittima rodendone la carne dall´esterno. Il bersaglio, al termine del lancio, viene letteralmente avvolto da fiamme nere e verde scuro che ne logorano le carni con forti dolori. Le ferite che si presenteranno una volta scaduto l´effetto, ovvero pochi istanti dopo, saranno gravi ustioni e cicatrici. Essendo tali ´fiamme´ di natura magica, non attizzeranno o faranno avvampare i vestiti indossati dalla vittima o i capelli, ma si spegneranno subito dopo aver sortito il subdolo effetto.

Durata : istantanea.

Componenti : una scheggia d´onice e del mercurio.

Giorno di Protezione – Terza Lega

Il bersaglio dell´incantatore diviene d´un tratto partecipe di una delle protezioni più efficaci su cui contavano le armate Infere e Demoniache. Questo sortilegio avvolge il recipiente con una barriera di opaca energia (sufficente a farvi vedere attraverso con chiarezza, s´intenda) che lo protegge da qualunque cosa possa ferirlo o danneggiarlo fisicamente per la sua intera durata. Seppure questa energia lo protegga, egli stesso non sarà in grado di far attraversare la barriera ad alcunché di nocivo o dannoso per gli esterni. Non potrà quindi essere attaccato in alcun modo o attaccare in alcun modo. La barriera, per come è stata creata, discerne da sola ciò che sia dannoso o no, assorbendo ciò che ritiene possa ferire il protetto o che il protetto utilizzi allo scopo di ferire un esterno. Ciò che è presente in un luogo ed è inevitabilmente letale o nocivo per il recipiente (come un lago di lava, per esempio) mantiene le proprie qualità e non viene escluso dal potere del sortilegio, in quanto non è stato utilizzato da qualcuno per ferirlo, mentre una trappola, ad esempio, potrebbe essere considerata dalla barriera come elemento nocivo preposto al danno e generato da qualcuno affinché fosse dannoso al recipiente. Nulla di potenzialmente pericoloso può attraversare la barriera. Ciò comprende principalmente:

–veleni e sostanze nocive all´organismo protetto;
–elementi come fiamme, ondate d´acqua, fulmini e quant´altro sia nocivo in tal senso;
–oggetti affilati abbastanza da provocare lesioni, anche minori;
–oggetti scagliati con forza sufficiente da procurare lesioni, anche minori;
–effetti magici ed incantesimi di livello pari o inferiore al 7°;
–tutto ciò che un master di gioco seguente la giocata ritiene possa divenire fonte di pericolo o danno fisico.
E´ scontato che tutto ciò non può farsi strada attraverso la barriera né dall´esterno né dall´interno.

Durata : un turno per ogni grado in Oscurità.

Componenti : un piccolo disco di opale nero o onice.

Paralisi – Terza Lega

Nell´antichità gli sciamani necromanti si avvalevano di questo incantesimo per incapacitare fisicamente le vittime e renderle inermi mentre operavano su di loro i propri esperimenti. Seppure questi scopi siano ormai illegali in molte Regioni, lo stesso sortilegio non fu mai bandito, in quanto ottimo per le forze dell´ordine allo scopo di fermare l´impeto di un fuorilegge o di un mariuolo. Agendo sul sistema nervoso del bersaglio, questo incantesimo blocca qualunque capacità motoria possa essere esercitata, rilassando d´un tratto i muscoli ed impedendone la contrazione. Questo effetto colpisce soltanto i muscoli dalle mansioni non vitali ma puramente motorie, come, ad esempio, quelli delle gambe e delle braccia. Al momento del lancio, la vittima cadrà in terra, non riuscendo più ad esercitare controllo sui propri muscoli. Essa potrà ancora percepire il mondo circostante, ma non potrà interagire con esso in alcuna maniera. L´effetto perdura sino ad un adeguato contro incantesimo da parte di un operatore del divino, quale chierico o paladino.

Durata : permanente (vedi testo).

Componenti : un sasso ed un laccio di cuoio.

Raggio di Luna – Terza Lega

Questo terribile incantesimo offensivo concentra la luce lunare in un devastante raggio disseccante. Il bersaglio di questo incantesimo, se investito dalla luce crepitante e mistica, presenterà danni e ustioni aggravate da gelo magico, giacché il potere emesso dalla luna e convogliato dalle energie di questo incantesimo dissecca e logora corpo e spirito della sfortunata vittima. Per potersi riprendere dagli effetti di questo incantesimo il bersaglio dovrà spendere due azioni, tentando di resistere ai dolori ed alla confusione. Solitamente è necessario sia notte e che la luna sia ben visibile per poterlo utilizzare, ma alcuni sostengono invece non sia fatto indispensabile.

Durata : istantanea.

Componenti : una lente di vetro o cristallo.

________________________________________ Corpo

Cura le Ferite – Prima Lega

Invoca l´intercessione degli dei per l´effettuazione di cure minori sul bersaglio, sulle quali ferite andranno imposte le mani. Un debole chiarore si sprigionerà da tale gesto, richiudendo o rimarginando le ferite e riassorbendo le lesioni minori. Ferma spesso emorragie di bassa pericolosità e lenisce molti dolori causati da tagli o contusioni, ma non permette né di rigenerare parti del corpo perse, se non epidermide abrasa, né di purgare un organismo da tossine, malattie o incantesimi.

Durata: istantanea.

Cura la Debolezza – Prima Lega

Questo incantesimo ridona vigore ad una creatura mortale a cui è stato sottratto sovrannaturalmente. Ciò comprende la debolezza indotta da magia, da pozioni e sostanze alchemiche o da tutto ciò che non implichi lo scorrere del normale ciclo del tempo, così come il mancato riposo. Questo incantesimo, operante attraverso l´imposizione delle mani sul bersaglio, dissolve all´istante la sensazione di spossatezza innaturale, ridonando le forze che avrebbe altrimenti manifestato.

Durata: istantanea.

Indebolisci – Prima Lega

Sottrae forza muscolare ad un bersaglio che sia nel campo visivo dell´incantatore. La vittima di tale sortilegio sentirà immediatamente mancargli il solito vigore: un senso di spossatezza prenderà ogni suo arto, quindi la mente, che diverrà stanca, assetata di riposo. Non è sufficientemente potente da provocare il sonno o la perdita dei sensi, ma rende la vittima estremamente debole e incapacitata. Spesso armi pesanti o armature di metallo impediscono i movimenti a chi è affetto da questo incantesimo, costringendolo a lasciarle in terra.

Durata: permanente (fino a cura).

Cura l´Avvelenamento – Seconda Lega

Con l´imposizione delle mani sul petto di una creatura mortale, l´incantatore diviene in grado di tergere il suo sangue da tossine e veleni. In questo modo il bersaglio viene infatti disintossicato da qualunque sostanza nociva sia in circolo nel suo sistema. Previene ulteriori danni da quella fonte, ma non ripristina le energie perse sinora a causa di tale sostanza. Se tuttavia il bersaglio dovesse venire intossicato nuovamente da tale veleno, sarà necessario un nuovo intervento, poiché non garantisce alcuna immunità.

Durata: istantanea.

Morso del Cobra – Seconda Lega

Al tocco dell´operatore, tramuta parte del sangue della vittima in fluido viscoso ed estremamente tossico. Il veleno è di origine naturale e può essere dissolto dall´organismo grazie alle cure di un intercessore delle divinità o di una apposita pozione atta a purificare da tossine il sangue. Gli effetti provocati dal veleno sono debilitanti e rapidi. Esso prosciuga la vittima dalle proprie forze fino a quando non sarà morta per insufficienza muscolare, in particolare cardiaca e respiratoria. Solitamente il bersaglio si sente sempre più debole vede impallidirsi man mano che la sostanza venefica scorre per tutto il proprio corpo. Non è possibile, dopo il lancio, annullare o interrompere l´effetto con incantesimi atti ad annullarne altri, come rituali di disgiunzione o dissoluzione, dato che le forze dell´incantesimo terminano di agire nel momento in cui il sangue è cambiato nella sostanza. Da quell´istante in poi il veleno è da considerare circolante naturalmente nel sistema della vittima, quindi purificabile soltanto attraverso i metodi espressi in precedenza. Poiché per agire necessita di sangue da corrompere, questo incantesimo non agirà su enti o creature prive di sangue, liquidi vitali o di circolazione. Fra esse sono compresi i non–morti e tutte le creature incorporee.

Durata : istantanea (vedi sopra ciò che riguarda la durata del veleno).

Licantropia – Seconda Lega

Questa terribile maledizione tramuta all´istante una creatura toccata in un lupo di medie dimensioni. La vittima mantiene la propria intelligenza e le proprie conoscenze, ma avrà le limitazioni fisiche proprie di un animale di tale specie. Non potrà comunicare, utilizzare oggetti (fra cui le armi), scrivere, distinguere i colori ed altro ancora. Fino a quando non verrà operata sul bersaglio una cura specifica egli sarà costretto in questa sua forma, non potendo in alcun modo riscattare le proprie sembianze naturali. Molti incantatori ritengono sconveniente questo incantesimo, in quanto le capacità offensive di un lupo sono a volte maggiori di quelle di un combattente.

Durata : permanente (fino a cura).

Cura la Cecità – Terza Lega

Questo incantesimo purifica la retina di una creatura mortale di cui essa è stata corrotta sovrannaturalmente. E´ necessaria l´imposizione delle mani dell´operatore sugli occhi chiusi del bersaglio. Dopo la cura saranno necessari almeno due turni per riacquistare pienamente le capacità visive ed adattarsi alla luce circostante. In questo periodo intermezzo il curato comincerà pian piano a distinguere le forme ed i colori, fino ad acquisire totale nitidezza di visione. Può curare soltanto la cecità imposta magicamente o in seguito a traumi ed avvenimenti lesivi alle attitudini naturali del bersaglio, purché questi ultimi siano recenti (2 giorni trascorsi dall´avvenimento per grado in Corpo), non è in grado di donare la vista a coloro che hanno acquisito la cecità geneticamente da parte di parenti.

Durata: istantanea.

Cura le Malattie – Terza Lega

Cura ogni malattia stia al momento facendo soffrire il bersaglio, che andrà toccata dall´incantatore. Questo gesto non espone l´operatore a rischi di contagio. E´ in grado anche di eliminare ogni elemento parassitario infesti al momento del lancio il bersaglio, ma non impedisce nuove contrazioni della stessa malattia o l´infestazione seguente da parassiti dello stesso tipo.

Durata: istantanea.

Pelle di Roccia – Terza Lega

La pelle del bersaglio viene invasa da un´energia mistica e protettiva, che la rende molto resistente ai colpi ed immune agli incantesimi seguenti:

– Scarica Statica;
– Aghi di Ghiaccio;
– Freccia Infuocata;
– Frana;
– Tutti gli incantesimi del Corpo.

Sarà possibile resistere a tagli e botte minori senza alcun danno senza che, ad ogni modo, vengano impediti i movimenti. Questo incantesimo rende la pelle poco rugosa e appena colorata di grigio, da cui poi deriva il suo nome.

Durata: un turno per grado in Corpo.

________________________________________ Mente

Cura il Mutismo – Prima Lega

Questo incantesimo permette di dissolvere ciò che impedisce ad una creatura mortale di parlare o emettere versi e suoni. E´ necessaria l´imposizione delle mani dell´operatore sulla fronte del bersaglio. Può curare soltanto il mutismo imposto magicamente o in seguito a traumi ed avvenimenti lesivi alle attitutidi naturali del bersaglio, purché questi ultimi siano recenti (2 giorni trascorsi dall´avvenimento per grado in Mente), non è in grado di donare la parola a coloro che hanno acquisito il mutismo geneticamente da parte di parenti.

Durata: istantanea.

Psicoattacco – Prima Lega

Fa dipartire dalla fronte dell´operatore un raggio di energia dolorifica che va a connettersi alla mente del bersaglio, diffondendo nel sistema nervoso una confusionaria e dolorosa scarica di energia. La vittima spesso non riesce a trattenersi dall´urlare e stringersi la testa fra le mani, perché questo incantesimo, seppure immediato, provoca un dolore lancinante alla testa, che sembra pulsare alle tempie per gli istanti successivi. Non sono visibili effettive lesioni dopo l´operazione di questo incantesimo.

Durata: istantanea.

Scudo Mentale – Prima Lega

Le energie di questo sortilegio erigono una barriera di energia invisibile attorno al bersaglio. Essa non è tangibile né individuabile, a meno che qualche esperto nella magia mistica o arcana non si preponga di scoprirne l´effetto con riti ed appositi incantesimi. Da essa è garantita protezione contro gli incantesimi che hanno effetto sulla mente o sul sistema nervoso come da quelle che agiscono sullo spirito, essendo essa di natura divina, purché appartenenti alla prima o alla seconda lega. Chi è protetto da un simile incantesimo diviene perciò immune a:

– Splendore (Luce, Prima Lega, 2° Livello);
– Tutti gli incantesimi della Mente inferiori al 7° livello, perciò di prima o seconda lega e, in aggiunta, Ipnotizza (Terza Lega, 7° Livello);
– Tutti gli incantesimi dello Spirito inferiori al 7° livello, perciò di prima o seconda lega;
Qualora un incantesimo compreso fra questi dovesse bersagliare il recipiente dello Scudo Mentale, andrebbe a collidere contro la barriera invisibile, dissipando le energie d´un tratto.
Durata: un turno del bersaglio per ogni grado in Mente.

Cura la Pazzia – Seconda Lega

Ridona la sanità della mente ad una creatura mortale a cui essa è stata negata magicamente o in seguito a traumi recenti (2 giorni trascorsi dall´avvenimento per grado in Mente). E´ necessaria l´imposizione delle mani dell´operatore sulla fronte del bersaglio. L´incantesimo calmerà subito le emozioni estremizzate dalla pazzia, portando il bersaglio a stato di temporanea e lieve confusione e stanchezza. Sarà necessario del riposo di almeno una o due ore alla creatura per riprendersi completamente dopo l´incantesimo, dopo le quali essa ritornerà in possesso di tutte le sue facoltà. Se venissero lei negate le debite ore di riposo, verrebbe presa da forti dolori alla testa e da necessità di sonno estreme. Questo incantesimo non è in grado di donare le piene facoltà mentali a chi non ne è mai stato in possesso, come ad esempio chi ha ereditato geneticamente la propria condizione.

Durata: istantanea.

Pazzia – Seconda Lega

Plagia la mente del bersaglio con esasperazioni estreme della realtà percepita e con confusione. La creatura che viene colpita da questo incantesimo vedrà i suoi occhi risplendere debolmente per un istante di luce, come pure l´incantatore che trasmette l´insanità alla vittima. La cognizione di sé della creatura verrà minimizzata, mentre quella del mondo sarà storpiata o banalizzata, come in un sogno irreale. Le capacità di giudizio e di decisione d´azione della vittima saranno ora determinate puramente dalle sue emozioni, dominanti selvaggiamente in lei. Sta al giocatore della vittima, poi, decidere come si comporti il proprio personaggio quando affetto da pazzia.

Durata: permanente (fino a cura).

Occhio Magico – Seconda Lega

Questo incantesimo legge i pensieri superficiali e le conoscenze principali del bersaglio. E´ una forma limitata di quella che i sacerdoti degli Antichi definivano Inquisizione, ovvero scansione dei pensieri, attitudini, conoscenze e quant´altro risiedesse nella mente della vittima. E´ necessario che il bersaglio, che non per forza deve essere consenziente, si trovi a breve distanza dal lanciatore (3–4 metri) perché questo incantesimo funzioni. Il turno seguente il lancio la mente del lanciatore si riempirà di immagini e sensazioni tradotte dall´incantesimo in pensieri. Ciò che questo sortilegio permette è:

–analizzare le conoscenze magiche del bersaglio (visualizzare gli incantesimi a sua disposizione);
–trovare risposte a determinate domande che il bersaglio non abbia motivo di determinare segrete.

Il secondo potere è utilizzato nel modo seguente.

Il lanciatore, terminato il lancio, si concentra sul bersaglio, mantenendo se possibile un contatto visivo. Egli dunque invia un sussurro (@nomedelbersaglio@) in cui specifichi, dopo un apposito tag [Occhio Magico] la domanda a cui cerca risposta. La vittima dunque risponderà allo stesso modo, dando le informazioni di cui è a conoscenza al riguardo, sempre che esse non abbiano motivo di rimanere segrete. Un mago incline alla divulgazione di una formula appena scoperta, ad esempio, potrebbe non permettere che tale pensiero sia letto dall´operatore dell´Occhio Magico. In tal caso verrà risposto con un sussurro di questo tipo "Informazione riservata." oppure "Conoscenza privata.". La risposta, ad ogni modo, dovrà essere di poche parole, poiché pensiero superficiale. Sarà una risposta netta, senza giri di parole, metafore, poetiche d´alcun tipo e varie ed eventuali, poiché il messaggio deve risultare il più diretto e comprensibile sia possibile.

Sarà possibile porre una sola domanda in tal maniera prima che la connessione passiva con la mente del bersaglio crolli e, ad ogni modo, il bersaglio non avrà modo di accorgersi dell´effetto dell´incantesimo.

Durata: istantanea (richiesta concentrazione per una azione dopo il lancio).

Ipnotizza – Terza Lega

Tenta di prendere il controllo della mente del bersaglio. Dopo il lancio dell´incantesimo, l´incantatore potrà, dedicando a ciò una propria azione, impartire un ordine, un divieto o una suggestione alla vittima, che, se l´azione imposta non è palesemente suicida o con fine di morte certa, dovrà obbedire senza possibilità di opporsi. La creatura bersaglio seguirà l´istruzione data e rimarrà sotto il controllo del lanciatore per un numero di turni pari ai suoi gradi in Mente, durante i quali l´incantatore potrà modificare a piacere l´incarico o l´ordine impartito. Sarà necessario che l´incantatore specifichi in modo vocale l´ordine alla vittima, la quale deve essere in grado di comprendere ciò che egli vuol dirle. La vittima non eseguirà mai, come già detto, compiti che mettano in pericolo estremo la propria vita o quella del lanciatore, secondo la sua naturale capacità di giudizio. E´ possibile che chi conosce il bersaglio intuisca che non è egli a svolgere tali azioni di sua volontà, se palesemente contrarie ai suoi principi o attitudini. Al termine di questo incantesimo la vittima ricorderà perfettamente ciò che è accaduto, a meno che non le venga imposto di non farlo prima dello scadere dell´effetto dal lanciatore. E´ necessario che il bersaglio sia una creatura intelligente di livello pari o inferiore rispetto al lanciatore, o l´incantesimo non riscuoterà nessun effetto.

Durata: una azione per ogni grado in Mente.

Ammutolisci – Terza Lega

Impedisce al bersaglio la parola o l´emissione di suoni dalla bocca o qualunque orifizio ne faccia le veci naturali. Ciò accade con l´inibizione del controllo che la vittima ha sulla propria voce o su una qualunque capacità di comunicazione sonora. Dal momento del lancio il bersaglio non potrà più dunque parlare o emettere versi, spesso impedendo il lancio di incantesimi per l´ovvia impossibilità di pronuncia delle componenti verbali.

Durata: permanente (fino a cura).

Tempesta Mentale – Terza Lega

Questo sortilegio, versione potenziata dello Psicoattacco, riempie di energia distruttiva e dolorifica la mente del bersaglio, scatenando un susseguirsi di emozioni, sensazioni, ricordi e percezioni che generano confusione. Dalla fronte dell´incantatore diparte un fulmine di energia mentale che va a connettersi con la testa del bersaglio, investendola con potenza estrema. E´ prima di tutto avvertito un dolore insopportabile alla testa, quindi ad ogni singola parte del corpo, come se i nervi e la mente stessero bruciando o come se l´intero corpo venisse trafitto da gigantesche lame. Seppure il dolore sia effimero, la vittima non potrà resistervi abbastanza da poter agire l´azione successiva. Dopo questo effetto, infatti, sarà necessaria almeno una azione per riprendersi. Si dice che questo incantesimo, che di per sé non provoca lesioni o ferite visibili, sia fra i più dolorosi.

Durata: istantanea.

________________________________________ Spirito

Benedizione – Prima Lega

Imponendo le mani sul bersaglio ed invocando su di lui la protezione degli dei, l´operatore è in grado di effondere nel suo corpo uno spirito protettore che lo guiderà nelle sue azioni. Non comporta nessun mutamento fisico specifico, ma agisce nella psiche della creatura su cui viene lanciata, scacciando ogni paura naturale e lenendo di poco i dolori a cui è sottoposto o verrà sottoposto durante la durata. Non protegge in nessun modo da incantesimi o attacchi di alcun genere, infonde soltanto coraggio e protegge dal dolore fisico.

Durata: un turno per grado in Spirito.

Prega – Prima Lega

C on questo incantesimo il lanciatore è in grado di operare guarigioni minori su di un bersaglio vicino (entro tre metri da lui). Sarà necessaria la preghiera al proprio dio a mezza voce perché possa agire. Ciò che accade visivamente è il trasferimento di un´aura dorata dalle mani congiunte del lanciatore alle ferite del paziente, richiudendo o rimarginandole e riassorbendo le lesioni minori. Ferma spesso emorragie di bassa pericolosità e lenisce molti dolori causati da tagli o contusioni, ma non permette né di rigenerare parti del corpo perse, se non epidermide abrasa, né di purgare un organismo da tossine, malattie o incantesimi.

Durata: istantanea.

Freccia Spirituale – Prima Lega

Questo incantesimo concentra le forze interiori del lanciatore per scagliarle contro un bersaglio distante entro il suo campo visivo sotto forma di raggio di pura luce mistica. Dalla mano aperta dell´operatore dipartirà perciò tale scarica di energia, che andrà con estrema precisione a colpire il punto del corpo del bersaglio prescelto, aprendo ferite minori ed ustionando magicamente lo strato epidermico superficiale. Questo incantesimo genera un assalto di natura mistica e spirituale e, di fatto, non può danneggiare nessuna materia non vivente o inanimata (sono esclusi invece i non–morti, colpiti in maniera grave dalle energie della Freccia Spirituale *.)

*(Un non morto ferito da un simile incantesimo con un danno superiore a 12 rimarrà stordito dalle forze mistiche durante il turno seguente.)

Durata: istantanea.

Scaccia la Maledizione – Seconda Lega

Dissolve gli effetti dell´incantesimo Maledizione da un singolo soggetto mortale. Jaspree donò questo potere ai suoi servitori perché diffamassero la potenza sacrilega della Maledizione, seguente dottrine contrarie alle proprie. E´ spesso necessario un rituale di alcuni minuti per poter scacciare una Maledizione, durante il quale il bersaglio deve essere fatto stendere e devono essere invocati i nomi delle divinità della Magia e della Guarigione con le apposite preghiere. Unici requisiti materiali sono una candela o un cero e dell´incenso, che verrà bruciato nel corso del rituale.

Durata: istantanea (tempo di lancio lungo – tipo ritualistico)

Maledizione – Seconda Lega

Spesso i seguaci di Jaspree utilizzavano questo incantesimo per spegnere e sopprimere nei loro avversari il dono della magia. Seppure la dea lo abbia ritenuto quasi un sacrilegio ai suoi occhi dopo la Guerra per la Vita, poiché se ne fece grande uso (e poiché scoraggiava invece di promuovere l´uso della magia), moltissimi dei chierici dediti ad altri dei ne hanno fatto ottima arma nelle loro mani. La minaccia per qualunque stregone, come detto, estingue temporaneamente il potere magico nella malaugurata vittima, da cui il nome, una condanna allo stato d´indifeso, il più delle volte. Perché la Maledizione abbia effetto, è necessario che il bersaglio venga toccato durante l´ultima fase del lancio. Da questo gesto di sprigionerà una debole luminescenza scura, che invaderà per un istante il corpo del bersaglio, sopprimendo ogni qualità d’arcano o divino. Non è riconoscibile la vittima di una maledizione in alcun modo, né è ella distinguibile da una qualunque persona non abbia in sé il dono della magia o d´intercessione divina. L´unico modo per poter mandare via una maledizione, se non utilizzando l´apposita ma rara pozione, è di richiede l´intervento di un Chierico o di un Paladino che dissolvano con l´apposito incantesimo questo terribile effetto.

Durata: permanente (fino a cura).

Resuscita – Seconda Lega

Questo incantesimo tenta di far splendere nuovamente la scintilla della vita in un corpo nel quale si è estinta da poco tempo (due giorni per ogni grado in Spirito). E´ necessario che il corpo sia integro (a parte lembi di pelle o eventuali ferite minori o non mortali) e che l´anima del defunto sia disposta a ritornare, altrimenti l´incantesimo non avrà alcun effetto. Perché funzioni sarà necessario un rituale durante il quale il corpo del defunto andrà deposto su di un altare consacrato (anche al momento) e attorniato da candele o ceri, che simboleggiano la vita che torna a splendere nell´oscurità e nella perdizione. Il seguito del rituale dipende da molti fattori, primo fra i quali il culto professato ed il dio nel nome del quale la Resurrezione è compiuta (la più solita è Garlen), poiché è soggetta a diverse professioni e tradizioni. L´incantesimo non recuperà le totali forze al bersaglio, riporta soltanto in lui la vita, lo stato del corpo lo stesso del momento che precede la morte, a parte alcuni punti:

– la decomposizione del corpo, se cominciata, viene reversa ed annullata, così ogni corruzione del tempo sul corpo;
– veleni, tossine, malattie di natura naturale e non vengono dissolte dal corpo del defunto, poiché il sangue viene rinnovato per permettere nuova vita.

Detto ciò è necessario specificare che questo incantesimo debilita fortemente chi lo opera, sfinendo spesso le sue forze costringendolo al riposo per le ore successive.

Durata: istantanea (tempo di lancio lungo – tipo ritualistico)

Cura la Paralisi – Terza Lega

Questa intercessione disgiunge e converte gli incantesimi che paralizzano o hanno reso pietra il bersaglio. E´ necessario toccare il bersaglio perché possa agire e quello, al termine del lancio, riacquisterà ogni abilità motoria e non possedesse prima. Sarà tuttavia necessario qualche momento di riposo perché egli possa riprendere ogni funzione e forza.

Durata: istantanea.

Sguardo della Medusa – Terza Lega

Fissando il bersaglio con occhio colmo di potere mistico, l´operatore è in grado di manifestare un terribile effetto debilitante nei muscoli e nel sistema neurale della vittima. Dagli occhi dell´incantatore si sprigionerà una luminosità verdastra che investirà di potere divino il bersaglio, provocando gli effetti ora citati. Agendo sul sistema nervoso del bersaglio, questo incantesimo blocca qualunque capacità motoria possa essere esercitata, rilassando d´un tratto i muscoli ed impedendone la contrazione. Questo effetto colpisce soltanto i muscoli dalle mansioni non vitali ma puramente motorie, come, ad esempio, quelli delle gambe e delle braccia. Al momento del lancio, la vittima cadrà in terra, non riuscendo più ad esercitare controllo sui propri muscoli. Essa potrà ancora percepire il mondo circostante, ma non potrà interagire con esso in alcuna maniera. L´effetto perdura sino ad un adeguato contro incantesimo da parte di un operatore del divino, quale chierico o paladino.

Durata: permanente (fino a cura).

Mano della Morte – Terza Lega

Questo terribile incantesimo tenta di strappare la vita ad un corpo vivente e mortale con un mero tocco del lanciatore. La sua mano diverrà quella della morte stessa, che agirà subdolamente attraverso di lui per estinguere la fiamma vitale della vittima. Sarà, pertanto, necessario il tocco del bersaglio, il quale, in caso di successo, morirà al colpo, presentando i sintomi medesimi che di morte per infarto fulminante. E´ molto difficile che questo incantesimo operi correttamente, poiché va a disturbare forze divine estremamente potenti e complesse. Chi viene ucciso in questo modo, avrà marchiata sulla pelle l´ombra nera della mano del lanciatore, anche se quella toccata sia armatura o vestiario anziché la pelle o la carne. Questo marchio sarà impossibile da levare dalla pelle e sembrerà una cicatrice nerastra di grandi dimensioni.

Durata: istantanea.

Illusionismo

Premessa: Questa abilità, non è da considerarsi come una magia. E´ una vera e propria illusione ottica, trucco di prestigio, che in realtà si rivela una vera finzione. Il mana in questo caso, è da considerarsi la concentrazione , l´abilità, ed agilità, usata nel trucco, utilizzata per ottenere il fine.

Tre carte – Prima Lega

Trucco di prestigio, l´illusionista ha tre carte, due uguali e una diversa. Chiede al prescelto di indovinare quale delle tre è quella diversa, e le mischia con grande abilità e maestria. Se ha buon fine, il prescelto sbaglia a indicare la carta; se fallisce, il prescelto la indovina. Come già spiegato, il trucco può riuscire solamente per l´agilità del prestigiatore, riuscendo a non far capire dove la carta giusta è collocata, sovrapponendo le carte.

Durata: istantanea

Componenti: mazzo di carte.

Dissolvimento – Prima Lega

L´illusionista ha un oggetto di piccole dimensioni in mano (un sassolino, una moneta o simile). In realtà l´oggetto non sparisce: semplicemente viene nascosto nella manica o in altro modo. Se ha buon fine, riesce a far scomparire l´oggetto dopo la manipolazione; se fallisce, l´oggetto cadrà in terra o comunque resterà svelato agli occhi del prescelto.

Durata: istantanea

Componenti: qualsiasi bigiotteria di piccole dimensioni.

Materializzazione – Prima Lega

L´illusionista materializza un oggetto di piccole dimensioni (sassolino, moneta o simile) in una delle due mani. In realtà, ce l´aveva nascosto nella manica o in altro modo e semplicemente lo sposta nella mano con destrezza. Se ha buon fine, l´oggetto compare in mano; altrimenti l´oggetto resterà nascosto, introvabile.

Durata: istantanea

Componenti: qualsiasi bigiotteria di piccole dimensioni.

Metamorfosi – Seconda Lega

Il prestidigitatore con un oggetto in mano tenta di farlo diventare un oggetto diverso (sassolino, moneta, farfalla, altri animaletti, qualsiasi cosa, animata o meno, purché di piccole dimensioni). Non lo trasforma: in realtà lo sostituisce solamente con destrezza. Se ha buon fine, riesce nella sostituzione; se fallisce, l´oggetto resta invariato.

Durata: istantanea

Componenti: oggetto/i dalla/e piccola/e dimensione/i

Trasformismo – Seconda Lega

L´illusionista cambia rapidamente gl´abiti indossati per ingannare eventuali inseguitori. L´abito di scorta viene preparato in precedenza, indossato al di sotto del primo, e sono sufficienti tre o quattro secondi per disfarsi della prima veste, sfilandosela in tutta agilità, e maestria, in modo che il camuffamento sia completo. In caso di fallimento il cambio non verrà effettuato, con successo, e si verrà scoperti, o addirittura ingombrati.

Durata: istantanea

Componenti: abiti di scorta.

Arte del Baro – Seconda Lega

L´illusionista è in grado di truccare il mazzo da gioco a suo favore, nel maggiore dei casi è stato preparato in precedenza. Gli sarà possibile ottenere le carte desiderate tramite vari trucchi di prestidigitazione. In caso di fallimento il tentativo di barare verrà scoperto. Sta al giocatore, accordarsi con i malcapitati su come giocarsi le carte in caso di successo, poiché saranno distribuite secondo l´ordine da lui stabilito.

Durata: istantanea

Componenti: mazzo di carte

Liberta! – Terza Lega

L´illusionista, in base alla situazione, è legato ed in grado di sciogliere nodi e di liberarsi dalla presa di manette particolari; qual´ora queste avessero una serratura, all´utilizzatore sarà necessario qualche piccolo oggetto per forzarla (uno spillo, uno stecco ecc). In caso di fallimento la tecnica non avrà successo e non sarà possibile ritentarla prima di dieci turni.

Durata: istantanea

Componenti: manette particolari, oppure uno spillo, o stesso, et similia.

Scasso – Terza Lega

L´illusionista è in grado di forzare serrature di porte o casseforti. All´utilizzatore sarà necessario qualche piccolo oggetto per forzare la serratura in questione (uno spillo, uno stecco ecc). In caso di fallimento la tecnica non avrà successo e un nuovo tentativo non sarà possibile, poiché l´errore comprometterà la possibilità di forzare la serratura. Durata: istantanea

Componenti: piccolo oggetto per la forzatura

Massimo Stupore – Terza Lega

L´illusionista prende fuoco. Gl´abiti, intrisi d´una sostanza speciale, s´incendiano al volere dell´utilizzatore. Ovviamente oltre ad essere una dose controllata, e non essendo letale, è comunque pericolosa. Il prestigiatore adotta inoltre altre precauzioni avvolgendosi in un secondo indumento meno infiammabile, che tende a prendere fuoco con meno probabilità. In caso di fallimento l´illusionista resta ustionato gravemente.

Durata: istantanea

Componenti: liquido, olio infiammabile, indumenti.